Come trarre il meglio da libri come Morrison Boyd per la chimica organica

La chiave più grande della chimica organica è quella che la maggior parte degli studenti perde, forse a causa di esitazioni, disinteresse o pigrizia semplice: la scrittura.

Il successo di uno in Chem organica è direttamente proporzionale al numero di pagine che possono riempire durante la pratica, con una varietà di reazioni.

Questo ci porta a trarre il meglio dai libri:

  • Innanzitutto, dovresti essere completamente sicuro delle tue abilità in Chimica Organica Generale.
  • Se stai iniziando per la prima volta, vai molto lentamente . Leggi cosa viene dato con attenzione, sottolineandolo nel tuo taccuino.
  • Fai una chiara distinzione nella tua mente riguardo alla fissione eterolitica / omolitica. (Ancora una volta, prendi nota.)
  • Fai dei punti molto brevi e concisi riguardo agli intermedi di reazione.
  • Quindi vai per gli effetti. (Induttivo, Elettromerico, Mesomerico, Iperconiugazione). Costruisci su di essi passo dopo passo, prendendo appunti per tutto il tempo.
  • Inizia a praticare strutture risonanti. Assicurati di trovare e padroneggiare tutte le possibili variazioni. Con la tua conoscenza degli effetti, sviluppa le tue variazioni.

Dopo aver praticato a sufficienza tutto ciò, puoi passare alle reazioni.

  1. Leggi la reazione.
  2. Comprendi il meccanismo passo-passo (se ce n’è uno), usando tutte le tue conoscenze di GOC.
  3. Prova a scrivere il meccanismo. (Se non puoi, riprova.)
  4. Scrivi di nuovo la reazione completa . (continua a ripetere questo fino a quando non sei dannatamente sicuro.)
  5. Pensa alle variazioni che possono esserci nei reagenti o nei reagenti per la stessa reazione.
  6. Scrivi di nuovo la reazione con quelle variazioni . Questo ti aiuterà a sentirti a tuo agio con la cosa generale.

Ricorda sempre che studiare Chimica Organica sarà uno spreco completo se pensi di muovere le montagne semplicemente leggendo il libro; dovrai lavorare con il libro.

Spero che sia d’aiuto 🙂

Grazie per la A2A.