Voglio scrivere, ma sento che la mia testa si blocca e le parole si perdono ogni volta che inizio a scrivere. Cosa dovrei fare?

Il processo di scrittura è semplice. Scrivi molto. Scrivi spazzatura. Scrivi battute. Scrivi i tuoi pensieri. Bianco i tuoi sogni. Scrivere storie. Scrivi descrizioni di cose.

Scrivo tutti i giorni e da quando ero un teenager. Non va tutto bene. Sono contenuti per lo più inutilizzati che nessuno potrà mai vedere. Sto scrivendo un libro ora. Nel fare ciò, ho scritto più parole che sono finite nella spazzatura di quante ne vedranno tutti. Va bene.

Teste intasate, blocco dello scrittore, paura della pagina bianca e sindrome dell’impostore vengono dappertutto scrivendo senza giudizio. Modifica in seguito. Oppure no. Non puoi fare nulla se lo giudichi durante il processo. Fare, quindi valutare. Taglia, fai di più, quindi valuta.

Salva tutto. Ho decine di migliaia di parole nei miei file RIP. So di poter ritrovare quella roba se mi rendo conto che era utile. Dal file crescente, posso vedere che sono produttivo. È spazzatura, ma guarda tutta la spazzatura che ho prodotto! Sicuramente sono produttivo.

Alla fine, puoi affinare il tuo mestiere, ma non fino a quando non inizi a produrre qualcosa. Vai a scrivere! Inizia con le risposte di Quora. Sono un ottimo riscaldamento!

Gli autori bloccano. No? Ma va bene e succede a quasi tutti. No. Sta succedendo ESATTAMENTE a tutti.

Ecco alcune soluzioni rapide a questa stuckness dalla mia esperienza:

  1. Trova alcune cose da leggere. La lettura aumenterà l’algoritmo di immaginazione e pensiero.
  2. Essere radicali nell’osservazione. Vedi tutto come argomento, analizzali con una serie di domande. Dalla più piccola alla più grande cosa intorno a te. A volte, l’idea migliore è proprio sotto il naso. Trovalo e basta.
  3. Guardare il cielo notturno. Le stelle, la luna e l’umore stesso. Oh come lo adoro! Per molte volte quando la mia testa è piena di merda mondana, i cieli notturni guardano magicamente il sollievo. Vai a provare te stesso e farai meglio a crederci 🙂

Quindi tutto qui. Un modo semplice e comprovato (almeno per me) di trarre ispirazione quando c’è un vicolo cieco di idee. In bocca al lupo! 🙂

Bene, solo un individuo può dare una risposta a questo che ha attraversato questo tipo di “” problema irritabile “”. Ho usato la parola irritabile perché ho vissuto la stessa situazione. Essendo un maniaco della scrittura sembra disgustoso quando una penna che hai in mano voleva galleggiare su una pezza di carta ma la mente lo sta restringendo … È una sorta di battaglia tra la tua mente e la tua penna che sta morendo per mostrare la sua magia Da alcuni giorni stavo cercando di scrivere qualcosa ma non ci sono riuscito, a volte è successo quando ci sono molti pensieri che ti corrono in testa ma non riesci proprio a cadere su un pezzo di carta perché la tua mente non lo consente per uscire dalla sua shell. In questo tipo di situazione non dovresti provare a correre dietro a un argomento più grande o fuori dagli schemi o soggetto a scrivere di fatto, dovresti semplicemente provare in modo da poter scrivere qualunque cosa sia per exp: puoi scrivere di tutto ciò che ti circonda come se fossi seduto e piove a dirotto, quindi puoi persino scrivere a proposito della pioggia … puoi persino scrivere su te stesso … o puoi semplicemente scrivere sulla tua intera giornata o esperienza .. Non importa quanto scrivi o è più grande o più piccolo a quel punto o Per il momento in cui scrivere qualcosa è l’unico inizio di avvio in quanto aumenterà la tua fiducia e ti motiverà a scrivere ancora meglio..Per me quoral è stato l’inizio del calcio mentre stavo attraversando le domande e, contemporaneamente, i miei occhi catturano l’attenzione perché questa domanda perfettamente metti in pericolo la mia situazione attuale, quindi dovrei anche suggerire che il quoral stesso è il modo appropriato se qualcuno sta lottando per il rinvio delle parole perché è solo la sua mente che si sta limitando … L’unica cosa in quel momento che conta è poter per scrivere, non importa se stai solo rispondendo alle domande … perché a metà della risposta troverai tu stesso qualcosa su cui scrivere ..

Ho due suggerimenti. Tieni un diario con te e scrivi pensieri, sentimenti ed esperienze. Non è necessario che le frasi siano organizzate o complete. Puoi fare riferimento ad esso in un momento in cui sei aperto alla scrittura. Il secondo suggerimento è quello di sedersi al computer (o macchina da scrivere) e iniziare la “scrittura libera”, ovvero ciò che ti viene in mente, digitarlo e non pensare. Dopo aver digitato per circa 10 o 15 minuti, dai un’occhiata a ciò che hai e vedi se qualcuno di questi ti interessa espandere.

La creatività è come un muscolo; deve essere esercitato. Buona fortuna a te.

A volte succede. Quello che faccio è scrivere qualunque cosa mi venga in mente, non importa quanto sciocchezze vengano fuori. Mi spinge a flettere i muscoli della mia creatività per la vera ispirazione. E a volte anche il nonse fa nuove idee per dopo. Inoltre, registra sempre su carta o in qualunque modo ti abitui, ogni nuova idea che ti viene in mente in quei momenti inaspettati. Provalo. Vedrai cosa intendo in futuro.

La domanda posta era:

“Voglio scrivere, ma sento che la mia testa si blocca e le parole si perdono ogni volta che inizio a scrivere. Cosa dovrei fare?”

Può essere semplicemente che tu non abbia né l’attitudine né l’educazione. Non c’è da vergognarsi. Molte persone non sanno scrivere molto bene.

Se hai la possibilità di scrivere, allora ci sono tecniche che puoi usare per pianificare ciò che vuoi scrivere, superare il blocco dello scrittore, lavorare attraverso i cicli di revisione, sviluppare personaggi e trama …

Per prima cosa, cerca di capire perché vuoi scrivere e cosa vuoi scrivere. E magari condividilo con noi.

Flusso di coscienza:

Prendi un foglio di carta bianco e inizia a scrivere: pensieri casuali, le cose che stai pensando in questo momento, cose stupide, barzellette: tutto ciò che ti passa per la mente.

Può sembrare inutile, ma mi ha aiutato tante volte a sbloccare i miei pensieri.

Non pensare troppo. Scrivere dovrebbe essere divertente, quindi fallo e basta. Prendi delle parole sulla carta. Non importa cosa siano, ma tenere un diario è un buon inizio. Prendi nota di quello che hai fatto, di quello che pensi di fare. Lascia che cresca da lì. Puoi sempre modificare i tuoi pensieri in seguito, ma non puoi modificare una pagina vuota.

Scrivi per gradi o poco alla volta. Mi piace iniziare con uno schema per ogni sezione o capitolo e poi quando ho un’idea lo scrivo e lo aggiungo a un ramo dello schema.

Vladimir Nabokov, autore di Lolita tra gli altri, avrebbe scritto interi romanzi a raffica su carte 3 × 5 in modo da poter cambiare l’ordine delle cose al volo.