Quali sono alcune reazioni fatte in laboratorio che possono provocare esplosioni?

Un modo molto semplice per generare una piccola esplosione in laboratorio è usare un pallone a collo stretto invece di un becher o un altro contenitore a collo largo.

È un errore apparentemente banale e non comporta misurazioni errate o identificazione errata di sostanze chimiche – spesso, quando gli studenti sono in laboratorio, solo le sostanze chimiche pertinenti sono fuori, pre-diluite, per evitare problemi pericolosi

Tutto ciò che crea gas velocemente, sia esso innocuo come bicarbonato di sodio e aceto, o qualcosa di più pericoloso – (ad esempio acido concentrato + molte cose) può sfiatare violentemente da un pallone a collo stretto.

Provalo tu stesso: prendi una bottiglia di birra vuota, riempila di aceto e metti la stessa quantità di aceto in un bicchiere grande. Ora aggiungi la stessa quantità di bicarbonato di sodio in entrambi i contenitori di aceto e vedi quale ti fa pulire lo spray dal soffitto: viene prodotta la stessa quantità di gas, ma nello stretto collo della bottiglia non può sfuggire abbastanza velocemente.

Un altro è semplicemente ottenere la concentrazione sbagliata di acido-diluito vs concentrato. Ciò può facilmente provocare una reazione molto veloce e calda o potenzialmente esplodere.

O una vecchia preferita: se diluisci l’acido concentrato, aggiungi SEMPRE acido all’acqua e non viceversa. L’aggiunta di acqua all’acido può provocare il flash dell’acqua che bolle e spruzza acido caldo circa …

Esistono diversi modi per ottenere questo risultato.

L’aggiunta di idrossido di sodio (NaOH, Lye, detergente per drenaggio) all’acqua viene comunemente eseguita per ottenere una soluzione di base. Se lo aggiungi troppo rapidamente, può generare abbastanza calore per far bollire l’acqua. Se fossi sorpreso da questa reazione inaspettata, potresti far cadere un becher e rovesciare qualcosa. Ciò potrebbe causare disordini che migliorano la trama.

La distillazione è una tecnica comune per la separazione dei composti, ma richiede che il materiale target sia solubile in un liquido. Per molte distillazioni devi usare un solvente infiammabile come questo diclorometano, tolulene o etere. Un chimico inesperto potrebbe sottovalutare l’infiammabilità di questi vapori e lasciare troppo aperta l’anta della cappa aspirante o dimenticare di accendere la cappa aspirante. Una fiamma libera (scintilla elettrica, bruciatore di Bunsen, deficiente con una sigaretta) potrebbe accenderli e creare una grande esplosione.

L’elettrolisi è il multiutensile di un chimico ed è molto comunemente usato per placcare metalli o forzare reazioni specifiche. Un chimico dilettante potrebbe usare l’elettrolisi per rimuovere la ruggine, pulire l’argento, produrre clorati o zinco o rame. Esempi di tutti questi sono su Youtube. L’elettrolisi in acqua può anche produrre ossigeno gassoso e idrogeno. L’idrogeno è esplosivamente infiammabile e una scintilla (esempio completamente ipotetico: scollegare una clip a coccodrillo da un elettrodo senza interrompere l’alimentazione elettrica) può causare un’esplosione e un botto molto forte. Un’esplosione intenzionale può essere creata intrappolandoli in un pallone e accendendolo con un fiammifero. (Non tenere la partita in mano. Fa molto male.)

Tutto quanto sopra è a portata di mano di un chimico dilettante che lavora in un laboratorio di casa. Commenta se hai bisogno di più. Ho fatto più di alcuni stupidi errori di laboratorio. 😀

Nessun insegnante responsabile lascerebbe perdere agli studenti principianti sostanze in grado di provocare un’esplosione. Qualsiasi cosa di quel genere dovrebbe essere dimostrata. (Uno dei maggiori vantaggi di essere un insegnante di chimica è che riesci a fare le cose fantastiche!). Quello acido / bicarbonato può essere progettato per fare una sorta di esplosione. Usavamo una bomboletta di pellicola di plastica (è vero che oggi avresti problemi a ottenerne una). Una tavoletta seltzer è stata fissata al coperchio e un po ‘d’acqua è stata messa sul fondo. Metti il ​​coperchio, capovolgilo sul pavimento o sulla panca da laboratorio e stai ben indietro. Risultato: un mini razzo.
Sono d’accordo che è meglio essere vaghi nella tua descrizione. I dettagli rallenteranno comunque la tua narrativa. Se hai bisogno di spiegare perché le cose sono andate male, puoi semplicemente dire che qualcosa deve essere stato contaminato.

Questo è successo in un laboratorio di chimica del liceo.

L ‘”esperimento” è stato quello di determinare il punto di ebollizione dell’esano. Sfortunatamente, l’esano è anche piuttosto infiammabile se bolle.

Ogni stazione aveva due persone … e in un caso sono state “distratte” da una ragazza di fronte con i capelli piacevolmente lunghi … e le gambe. L’esano bollì … e si infiammò.

Nessun grosso problema … fino a quando lo sperimentatore sorpreso non ha provato a spegnerlo – e il flash ha bruciato i capelli delle ragazze.

Che ne dici di un evento di criticità? Sembrano abbastanza facili da accadere per caso con scienziati esperti e in molti impianti nucleari è scritto molto sugli standard di sicurezza lassisti. Sarebbe un risultato interessante?

Ma in generale, il contenuto di una storia dovrebbe essere abbastanza vago da non fornire istruzioni.

Parte di ciò che scrivi dipenderà dal livello e dall’esperienza degli studenti. Ad esempio, gli studenti delle scuole superiori potrebbero trovare del sodio in un laboratorio che non è stato messo via e lasciarlo cadere nello scarico del lavandino come uno scherzo, ma gli studenti universitari non lo farebbero.

Forse qualcuno trova degli acidi e della glicerina e non per caso gli studenti provano a creare nitroglicerina (puoi cercarlo su Cody’s Lab su YouTube) – e invece finisce per uccidersi. Questo è in realtà un risultato abbastanza probabile.

Creare un esplosivo in laboratorio è improbabile senza esperienza – mescolare cose casualmente di solito non lo farà. Le esplosioni accidentali sono roba da finzione di livello B. Se vuoi creare un’esplosione, devi avere un po ‘di malizia o stupidità per una buona finzione.

Ma … Se vuoi solo una buona conoscenza di base della chimica delle cose che vanno in botto …

ad es .: come produrre polvere da sparo. (Cody’s Lab è un canale YouTube molto interessante)

Ricorda, tuttavia, non è necessario descrivere ciò che sta accadendo in dettaglio: la buona narrativa si concentra sulla trama, non sui dettagli tecnici.

Scrivilo vagamente.

In questi litigiosi giorni antiterroristici, mi aspetto che sia la soluzione migliore.

“..E poi le scivolò la mano. È stato quasi il suo ultimo errore … ”e tutto il resto.

mescolare clorato di potassio con polvere di metallo finemente suddivisa (come alluminio o addirittura magnesio). Aggiungi una goccia di acido solforico concentrato, esplosione istantanea (anche molto distruttiva). Non farlo affatto, a volte mescolarlo può far esplodere.

Qualsiasi gas infiammabile o solvente organico … possono accumularsi nell’aria e se trova una fonte di accensione esploderà. Qualsiasi esperimento che generi idrogeno gassoso può essere pericolosamente esplosivo. Si dice che l’etere sia piuttosto cattivo poiché il suo vapore tende a rimanere in giro per molto tempo.